Popper o Poppers: uso, rischi e storia

poppers es

Quando parliamo di Popper sarebbe più appropriato declinarne il nome al plurale. Infatti, sotto l’appellativo Popper troviamo in realtà un’ampia gamma di prodotti il cui unico punto in comune è di appartenere alla famiglia dei nitriti alchilici.
Il popper viene solitamente venduto in boccette (pare che il nome derivi proprio dal suono generato dalla apertura di queste ultime: pop!) e si assume introducendo la boccetta nella narice e sniffandone i vapori.

Le sostanze che passano sotto il nome di Poppers, venivano inizialmente utilizzate a scopo farmacologico.
Il nitrito di amile, il nitrito di isobutile e il nitrito di etile, ossia le sostanza che in genere si trovano nelle fialette di Popper, venivano inoltre storicamente utilizzate nelle concerie per la lavorazione della pelle.
Ma vediamo, più nel dettaglio, qual è la storia di questa sostanza stupefacente, che effetti produce e quali rischi comporta per la salute la sua assunzione.

Il Popper, i club gay e il sesso: storia di una sostanza volatile

Quando si sente parlare di Popper lo si associa molto spesso al mondo del sesso e, in particolare, del sesso gay. Questa reputazione è dovuta al fatto che il Popper produce alcuni effetti che favorirebbero i rapporti omosessuali (come il potenziamento dell’erezione e la dilatazione degli sfinteri).
Questo particolare tipo di droga si è diffusa molto a partire dagli anni Settanta e durante tutti gli anni Ottanta a Novanta.

Negli ultimi tempi, grazie anche alla legalizzazione della sostanza in alcuni paesi dell’Europa (come Olanda, Francia e Inghilterra), il consumo di Poppers è tornato potentemente alla ribalta e non solo nell’ambito dei club gay.
A rafforzare la sua connotazione di droga sessuale, oltre agli effetti potentemente afrodisiaci che produce, vi è poi un altro fattore e cioè che, tradizionalmente, il Popper viene venduto all’interno di sexy shop.
In realtà questa sostanza nasce, come spesso avviene per le droghe, per uso farmaceutico sia come antidoto in particolari categorie di avvelenamento, sia come medicinale anti-angina (anche se rapidamente sostituito dalla nitroglicerina).

Perché i Poppers si sono diffusi tanto? Quali sono gli effetti che producono?

Per rispondere alla prima domanda è, forse, opportuno cominciare dalla seconda, ossia: quali sono gli effetti che il popper produce sull’organismo?
Innanzitutto, dobbiamo dire che si tratta di effetti che hanno una durata molto breve (da 30 ai 50 secondi). Si tratta però, nel contempo, di reazioni piuttosto intense e sono elencabili come segue:

  • rush (è il termine che si usa per definire l’effetto tipicamente breve e intenso del Popper) alla testa, come un forte calore
  • euforia
  • benessere diffuso
  • dilatazione degli sfinteri
  • potenziamento dell’erezione
  • prolungamento del piacere durante i rapporti sessuali e, in particolare, durante l’orgasmo

Tutti questi effetti sono dovuti a determinate cause fisiologiche indotte dalla sostanza, ossia una repentino aumento dell’afflusso sanguigno al cuore e al cervello (che induce euforia) e una consistente vasodilatazione (che comporta il senso di benessere e di calore).
Per queste sue caratteristiche di supporto delle prestazioni sessuali, il Popper ha visto un largo e cospicuo impiego, non solo tra i giovani ma anche tra i meno giovani.

Gli effetti collaterali e rischi causati dall’assunzione del Popper

Come tutte le droghe, anche il popper comporta effetti collaterali e rischi per la salute di chi lo assume.
Ma cominciamo per gradi. Innanzitutto possiamo affermare che il Popper, al contrario di altre sostanze stupefacenti, non causa dipendenza. Anche questa caratteristica ne ha favorito la diffusione e l’uso più a cuor leggero.
Gli effetti collaterali di questa droga sono molto variabili a seconda del tipo di sostanza che è effettivamente contenuta nella boccetta ma, in generale, sono collegati al tipo di reazioni fisiologiche che genera (la vasodilatazione e l’aumento di afflusso sanguigno) e sono:

  • mal di testa forte dovuto alla rapida vasodilatazione
  • aritmia cardiaca e tachicardia
  • nausea e vomito
  • perdita di coscienza
  • sbandamento ed eccessiva euforia
  • a lungo andare può causare disfunzioni erettili.

Inoltre, vi sono una serie di possibili conseguenze dovute al contatto accidentale della sostanza con la pelle e con le mucose. Nel primo caso potrebbe manifestarsi una forma di dermatite, nel secondo potrebbero prodursi lesioni anche gravi.

L’ingestione del contenuto delle fialette, inoltre, è addirittura mortale, poiché comporta la necrosi del tubo digerente e una forma di avvelenamento molto grave.
È importante tenere presente che il Popper può avere gravi interazioni con altri farmaci, in particolare con l’acido acetilsalicilico (aspirina) e non deve essere mai assunto da coloro che hanno progressi problemi di pressione o disturbi a carico del sistema cardiovascolare.

Infine, dato il tipico uso del Popper per favorire la prestazioni sessuali, è di fondamentale importanza ricordare che non bisogna mai assumere la sostanza in concomitanza con altri farmaci contro le disfunzioni erettili (come, per esempio, il viagra). In questi casi l’interazione farmacologica potrebbe comportare gravissime e talvolta fatali conseguenze cardiache.

Lascia un commento